Sunday, July 28, 2019

Sunday, April 21, 2019

Monday, April 1, 2019

Saturday, March 30, 2019

Saturday, February 2, 2019

"Sequenza- binario" in Biennale Architettura



All'interno del lavoro svolto al Workshop Architettura Gassosa (Biennale Architettura), ho scelto di utilizzare, quale schema sull'analisi dei materiali attuata dal tavolo di architetti-artisti di cui ero tutor, una delle mie "Sequenze - binari".

Già avevo realizzato altre "Sequenze" in varie occasioni  (alla Biennale di alcuni anni fa, ad Amburgo, a Velada S.L. ecc...); le "Sequenze" allineano, in una sorta di progressione, di concatenazione organizzata in ordine logico, i materiali più disparati: ad Amburgo i "binari" erano realizzati con nastro adesivo da imballaggio.

Qui, alla Biennale, il tracciato di "binari" rosso carminio (pittura e spray) racchiude una concatenazione di scontrini posizionati secondo ordini diversi (temporale, di conservazione, emozionale). Tutta la mia produzione va vista organizzata in sequenze che ne rispecchiano le premesse generali: arte come risultato di un processo e di un contesto.

Le "Sequenze" sono un modello, una matrice formale applicabile anche alla mia teoria sulla "Fabula Architecture", dove varie sequenze-binari scandiscono spazialmente il progetto architettonico (vedi Archinect)

Friday, November 16, 2018

Venice Biennale of Architecture - Spanish Pavilion - "Take a bill from your pocket. Write a feeeling. Put it on the wall"

L'opera-processo "Bill + Feeling" che ho presentato ad "Arquitectura Gaseosa" Pabellon de Espana en la Biennal De Arquitectura de Venecia 2018, opera intorno alla quale giovani architetti/artisti messicani ed italiani hanno progettato un padigione architettonico, è centrata sul riciclo dei materiali di scarto.

"Take a bill from your pocket. Write a feeeling. Put it on the wall"
"Prendi uno scontrino dalla tasca. Scrivi un sentimento. Attaccalo al muro": un cartello invita lo spettatore a riutilizzare residui di quotidiano depositati tra gli effetti personali, lo "scontrino", in forma di partecipazione attiva.









  
L'elaborato finale si compone di due parti. Nel nucleo centrale, su di un tappeto di materiali in riuso realizzato a più mani, sono stati applicati i prospetti, il modellino e il rendering dei giovani architetti/artisti. A lato, esemplato dalla mia installazione iniziale contenuta nel progetto, un cartello invita i visitatori della Biennale a partecipare all'opera.
L'installazione vista attraverso i neon dell'entrata.





L'installazione (che la curatrice Atxu Amann ha voluto esposta fino alla chiusura della Biennale) si è modificata seguendo la metamorfosi del Padiglione assestandosi negli ultimi giorni in mosaico molto semplificato traduzione di un flusso di coscienza collettivo in pattern dinamico.


Gli scontrini sono stati accostati alle foglie raccolte nei Giardini della Biennale.
Alcuni punti scaturiti dal confronto: foglie del quotidiano - cellulosa - ondeggiare nell'aria cadendo - selciato - scorie di gesti; scivolando via dalla tasca, cade sul selciato, documento di una microazione e forse anche dell'intenzione e dello stato d'animo che l'ha causata. Diversi "invoice" sono stati quindi ordinati per provenienza, dimensione/conservazione ed associati a dei sentimenti momentanei.

"Scontrini" elaborato 2 utilizzato nell'analisi dei materiali. Ancor prima che sull'opera già data e definita, il mio tavolo di lavoro ha indagato il processo creativo che la determina.


Album di fogli di giornale imbiancati con schizzi e disegni documenta i contributi della tutor architetto Padovani, del tutor architetto Florian, del tavolo di lavoro.


Nella settimana precedente al finissage, la matrice formale dell'installazione partecipativa "Bill + Feeling" della "Sala 4" è stata fatta propria da tutto il Padiglione consentendo un dialogo tra le due opere fatto di rimandi e sovrapposizioni.

 


"Architettura Gassosa" - progetto di Emmanuele Lo Giudice all'interno di "Becoming" Pabellon de Espana en la Biennal De Arquitectura de Venecia 2018.


Saturday, November 10, 2018

>>>>>>ARQUITECTURA GASEOSA >>>conferenza "101 dis-ordini architettonici"

 
"101 dis-ordini architettonici" é il titolo della mia conferenza al Workshop ARQUITECTURA GASEOSA alla Biennale Architettura di Venezia.
Utilizzando come incipit visuale il dipinto "Alternando la sguardo" di Ennio Finzi, l'intervento ha preso in esame le dimensioni percettive del solido e del gassoso sviluppando una progressiva messa a fuoco della creazione come processo all'interno delle nuove "piazze nebulose" del web (forum, blog, community ecc...) confrontandola con i processi creativi della creazione architettonica (Callimaco e l'Ordine Corinzio ecc...) con una chiosa inerente il mio ciclo di opere "101 dis-ordini architettonici".
La performance verbale dell'intervento è stata accompagnata da una serie di commenti grafici realizzati al momento su pagine di giornale imbiancate, con scritte e disegni: "E. F.", ""alto/basso (rovesciato), lo schema visivo di "A.L.S.".

L'intero programma degli interventi:
6 NOVEMBRE:
Emmanuele Lo Giudice - L'Architettura gassosa
Massimo Mazzone - Arquitectura gasosa versus barbuja immobiliaria
7 NOVEMBRE:
Eva Acosta Perez - Reflexion sobre los nuevos paradigmas espaciales en arquitectura
Daniele Scarpa Kos - 101 dis-ordini architettonici
Giorgio De Finis - Come reinventare il museo
8 NOVEMBRE
Agostino De Rosa - Clouds of Forgetting, Cloud of Unknowing
Maria Rosa Jijon - Arte e Architectura Gassosa
9 NOVEMBRE
Tiziana Migliore - Accordi e disaccordi - Consensi e dissensi
Clemencia Labin - Vietos tropicales
10 NOVEMBRE
Renato Bocchi - Architettura Evanescente e Immateriale
Vincenzo di Siena - Design Effimero
Gianluca Adami - La tettonica dell'intangibile

Friday, November 9, 2018

A. L.

Per C. Poetiche è uscito il volume A.L. che contiene una serie di illustrazioni...

 
 inedito
 
 
 
 
 
inedito

Tuesday, August 28, 2018

Monday, July 9, 2018

Le tane

 Dalla seria Anni Novanta, "Le tane"

Casanova

Dattaglio di opera per Casanova...

Anti-prefiche: Carolyn Christov Bakargiev and...

Caricature of Carolyn Christov Bakargiev, Angela and Anna as anti-prefiche laughing at the painter's coffin

Può darsi che la Bakargiev faccia scegliere le opere al suo cane Dracy?
Può Darcy

Il cane Darcy non è un buon curatore
Tirar perle ai Darcy

Le opere di Documenta erano scelte da cani...
Può Darcy

Bakargiev throning - Castello di Rivoli - Fondazione Donnaregina - Re Rebaudengo...
Sono antimonarchico

Bakargiev throning - Castello di Rivoli - Fondazione Donnaregina...
Ancien régime - ancien reine

La parte peggiore del Castello di Rivoli?
La sala del trono, anzi del throning-Bakargiev-throning

Come scelgono le opere i critici?
1 Bau = bbuono
2 Baj = Nobbuono
 
Gli occhialetti con i paraocchi sono la divisa delle critiche d'arte?
Ray-Bau

"TO ME, THIS DOES NOT MAKE MUCH SENSE ANYMORE, CERTAINLY NOT IN TERMS OF A WORLDLY (DONNA HARAWAY) ALLIANCE (SUSAN BUCK-MORSS) OF COSMOPOLITICAL (ISABELLE STENGERS) INTRA-ACTING (KAREN BARAD) AND COBBLED-TOGETHER (HARAWAY) HUMAN AND NON-HUMAN AGENTS (BRUNO LATOUR)": chi ci spiega questo delirio critico?
L'esorcista dell'anti-Christov

CCB a Rivoli?
CFP: coma farmacologico pilotato

Sotto quale hastag mettiamo la CCB visto non le piace #curator?
#piedoneahongkong

 
La faccia del Professore Ermenegildo Zegna dopo aver letto "Worldy wording" di C.C.Bakargiev